25.2.09

Sguardi Altrove Film Festival- 27 febbraio - 8 marzo 2009

Creatività, Innovazione e Interazione. Il cinema e i
linguaggi espressivi, per rileggere la Storia contemporanea
in cui lo spettatore ha un ruolo attivo di moltiplicatore di
conoscenze e di (ri)produttore di opere aperte
multimediali.

Sguardi Altrove Film Festival, dopo il successo
dell’edizione 2008 - che ha visto un ulteriore
ampliamento della manifestazione cinematografica ad altri
linguaggi artistici (mostre fotografiche, pittura e
scultura, installazioni, teatro e teatrodanza), inaugura,
nell’ Anno Europeo del Creatività e dell’Innovazione,
la sua XVI edizione con iltema: La rivoluzione digitale e le
nuove culture.

La scelta tematica prende spunto dalla riflessione sul
rapporto sempre più consolidato tra linguaggi artistici e
nuove tecnologie e su come queste ultime abbiano
condizionato le abitudini sociali, delineato nuovi stili di
vita, creato forme diverse di elaborazione, produzione,
distribuzione e fruizione dei prodotti cinematografici e
delle opere artistiche in generale.

Attraverso la creazione e la manipolazione delle immagini
digitali, infatti, si è venuto a creare una sorta di
"pensiero visivo", straordinariamente flessibile,
capace di spaziare entro limiti incredibilmente vasti,
amplificando a dismisura l'area dell'invenzione e
della creatività, che è quella entro la quale nasce
l'opera d'arte.

Da sempre sensibile al legame tra cinema e altri linguaggi,
quest'anno il Festival dedica uno spazio significativo
alle nuove forme d’arte nate dal connubio con i media
digitali, con una sezione specifica Sconfinando - Digitalia
dove saranno raccolte le opere – a tema libero, firmate
da registi di ambo i sessi - (dall’animazione ai
videoclip, dal documentario al cortometraggio) più
significative a livello internazionale e una sezione
dedicata alla Videodanza che definisca lo stato dell’arte
di questo ambito ancora poco esplorato in Italia.

La Sezione cinema, che comprende le consuete sezioni
competitive, sarà aperta anche all’esplorazione di
linguaggi e contenuti innovativi a partire da un omaggio al
cinema russo contemporaneo e dell’area dell Ex Unione
Sovietica.

Si rinnovano inoltre, il premio Le Forme del cinema
(assegnato quest’anno a Maria Grazia Cucinotta– in via
di definizione), la sezione ‘I mestieri del cinema’
dedicata al mondo della produzione, la vetrina sul
documentario, la sezione dedicata ai conflitti in atto,
ampio spazio tradizionalmente rivolto dal festival a questa
tematica; previsti un omaggio a Michelangelo Antonioni,
indimenticabile autore del cinema Italiano, i cui film hanno
avuto come soggetto privilegiato le donne, con la
vidéo-collection’ Le cinéma italien vu de la France,
curata dal critico italiano Mario Serenellini. Novità di
quest’anno la sezione ‘Sconfinando-Digitalia’, che
riprende il tema dell’edizione 2009 proponendo una
selezione di lavori di animazione, videoclip, videoarte e
video sperimentali di provenienza internazionale; la sezione
dedicata alla videodanza; la sezione ‘Sentire Donna’ in
collaborazione con l’associazione culturale Il Fischio;
una rassegna dedicata all’alimentazione nel mondo, in vista
dell’Expo 2015 di Milano.



ll tema che coniuga linguaggi artistici e nuove tecnologie
sarà anche al centro della sezione Tasselli d’Arte -
Oltre il cinema, vetrina della creatività femminile e delle
diverse declinazioni dello scambio artistico culturale e
sociale del mondo contemporaneo.

Il festival presenterà in questa occasione una serie di
‘eventi’ di risonanza internazionale, legati al tema,
che affiancheranno la proposta consueta di cinema e che si
articoleranno durante il periodo della kermesse
cinematografica.

Dopo il grande successo degli anni scorsi si rinnova come
location di grande prestigio La Casa del Pane – Casello
Ovest di Porta Venezia, situata nel cuore del centro
cittadino, scenario di splendida bellezza architettonica che
si affaccia sul Corso Buenos Aires, vivacissima e pulsante
arteria metropolitana.
La manifestazione sarà inaugurata dalla performance di
teatrodanza di Sisina Augusta e The Queentet, quintetto
d’archi di musicisti di provenienza internazionale.
A cura di KLM - Air France sarà presentata “Dive su
linee KLM”, retrospettiva sulle celebrità che hanno
volato sui voli della compagnia; saranno esposte fotografie
di Gabriele Basilio, Marina Ballo, Riccardo Bucci per il
progetto “Milano EXPO 2015” e le opere di giovani
artiste italiane, promesse dell’arte contemporanea a cura
di Ferruccio Giromini.

Consolidando la scelta di inserire opere a regia maschile,
per un fattivo confronto con la ‘diversità di genere’,
si ripropone una selezione indifferenziata di opere di ambo
i sessi che confluiranno nelle varie sezioni del programma
cinema 2009 e nella sezione parallela dedicata a tutti gli
altri linguaggi, ad esclusione di quelle competitive, che
rimangono esclusivamente a regia femminile.

Un percorso artistico/culturale, iniziato ormai da diversi
anni, all’insegna dell’ apertura ai nuovi generi, alla
contaminazione dei linguaggi, alla presentazione di opere i
cui contenuti siano volti al superamento di ogni
discriminazione, e contribuiscano alla costruzione di una
cultura che valorizzi le diversità come fonte di vitalità
creativa e veicolo di costruzione di rapporti umani e
professionali.